I minori devono essere rappresentati nei forum, anche attraverso le proprie organizzazioni, a scuola, a livello locale, regionale e nazionale

Fonti di dati (indicative)

Eurobarometro della DG EAC:

 

CIVED:

  • Non abbiamo riscontrato esistenza di dati utili alla nostra ricerca

 

Autorità pubbliche responsabili per i servizi locali

  • Ascolto e partecipazione, consultazioni e collaborazioni, promozione e sensibilizzazione, proposte e pareri.
    http://garanteinfanzia.org/

 

ONG e ricerca accademica

 

  • Arciragazzi propone di estendere il diritto di fare associazione anche ai minorenni in coerenza con la nostra Costituzione e con la Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza e di far riconoscere formalmente le competenze sviluppate dai giovani in ambito associativo. Hanno finora sottoscritto il documento: ASC (Arci Servizio Civile), CNCA (Coordinamento Nazionale delle Comunità di Accoglienza), ANPE (Associazione Nazionale dei Pedagogisti Italiani) e UISP (Unione Italiana Sport per Tutti). In relazione alle Linee Guida di Riforma del III Settore, si portano all’attenzione con i seguenti punti due proposte.
    http://www.arciragazzi.it/notizie/diritto-di-associazione-per-tutti-anche-per-i-minorenni/

 

  • L’inclusione sociale dei giovani, i loro diritti, i servizi e un forum in cui i giovani possono partecipare al dialogo strutturato dell’Unione Europea
    https://europa.eu/youth/about-us_it

 

 

Consigli Nazionali della Gioventù:

Sul sito del Comitato Promotore per il Consiglio Nazionale dei giovani è riportata la proposta di modifica al disegno di legge Barra-Gubbini nella quale viene menzionata la Legge riguardante la garanzia alla partecipazione attiva dei giovani:
http://www.eurit.it/gfe/cng-lex.html